Il mestiere del Social Media Manager: chi è, cosa fa e come diventarlo

Il mestiere del Social Media Manager: chi è, cosa fa e come diventarlo
Marzo 09 06:25 2021 Stampa

Negli ultimi tempi la figura del Social Media Manager va per la maggiore. Questo termine però non è ben chiaro a tutti: sostanzialmente si tratta di una persona che lavora in un’azienda e che si occupa della gestione del marketing attraverso i canali social. La tecnologia e il mondo di internet infatti al giorno d’oggi hanno fatto passi da gigante e sono fondamentali per il successo di un’azienda. Pertanto il SMM deve avere una serie di competenze e di abilità fondamentali per far conoscere un’azienda al grande pubblico.

Chi è il Social Media Manager: in cosa consiste questo mestiere

Il lavoro del Social Media Manager consiste nel possedere una serie di competenze e di abilità molto ampie e complesse. Generalmente i suoi compiti principali sono pianificare una strategia per raggiungere gli obiettivi prefissati dall’azienda, promuovere e diffondere dei contenuti online, generare traffico in entrata, ampliare i contatti e, nel caso in cui in azienda non sia presente la figura del Community Manager, gestire la community e le eventuali pagine social. Pertanto il SMM deve possedere una certa creatività e fantasia, in modo da rendere l’azienda facilmente distinguibile da tutte le altre.

Quali sono i requisiti fondamentali per diventare un Social Media Manager

Per diventare un Social Media Manager bisogna innanzitutto avere delle conoscenze basilari in campo tecnologico e informatico. Bisogna avere una certa familiarità con i social media e una capacità di relazionarsi e comunicare con gli altri in modo semplice ed efficace. In tal modo infatti è possibile avvicinare quanto più pubblico possibile all’azienda, trasformando dei semplici followers in veri e propri clienti del brand e aumentare di conseguenza le vendite. È opportuno ricordare che nelle aziende di grandi dimensioni il lavoro del SMM è ripartito in più ambiti (come il Social Media Specialist, specializzato in una sola piattaforma e il Community Manager che gestisce appunto la community), mentre nelle piccole aziende generalmente è una sola persona che si occupa di tutti questi ambiti.

Come diventare un Social Media Manager

Per iniziare la professione del Social Media Manager è opportuno sicuramente avere una buona formazione nell’ambito umanistico e del marketing digitale. È possibile quindi sia specializzarsi in un corso di laurea in comunicazione digitale che conseguire poi un master per migliorare le proprie competenze. Naturalmente la teoria non basta: bisogna infatti fare prima molta pratica ricoprendo magari ruoli junior per poi pian piano cominciare crescere professionalmente. In questo modo sarà possibile comprendere meglio le dinamiche di un’azienda e tutto quello che si cela dietro ai social media e al mondo digitale.

Una volta acquisito un ruolo di responsabilità però non bisogna fermarsi, ma è necessario continuare ad aggiornarsi per restare sempre al passo con i tempi.

Quali sono i principali obiettivi che deve porsi un Social Media Manager

Uno degli obiettivi principali di un Social Media Manager consiste nel capire qual è il target di riferimento del brand. Non tutte le aziende infatti creano prodotti che possono essere utilizzati da chiunque: a esempio in alcuni casi un prodotto è rivolto a un pubblico più giovane e in altri a uno più adulto o si tratta di un prodotto che funziona meglio su una piattaforma piuttosto che un’altra. Proprio in base al target quindi si dovrà scegliere la piattaforma social più giusta: ad esempio nel caso dei giovanissimi, Instagram e Tik Tok sono i social più indicati mentre per gli adulti è preferibile puntare su Facebook.

Successivamente bisognerà impostare una strategia adeguata per ottenere gli obiettivi dell’azienda che possono spaziare da rafforzare il brand ad aumentare le vendite: la pagina social dell’azienda deve essere non solo conosciuta, ma deve comunicare con il cliente. Il SMM deve essere in grado di scegliere anche il tono e il contenuto più adeguato e invogliare a visitare quella pagina.