Tornare in ufficio dopo il COVID: come gestire l’ansia da rientro

Tornare in ufficio dopo il COVID: come gestire l’ansia da rientro
Giugno 04 06:00 2021 Stampa

Dopo un anno di lavoro da casa, piano piano molti di noi si stanno riaffacciando alla normalità e stanno riprendendo, seppure con i dovuti accorgimenti, la vita “ordinaria”, quella pre-Covid insomma.

Si sta però diffondendo ansia e paura a causa del rientro al lavoro.

Vediamo quindi come gestire quindi il rientro in ufficio in sicurezza e senza preoccupazioni.

Le preoccupazioni

Tanti i dubbi e le preoccupazioni legate al rientro in ufficio. Quando indossare la mascherina, quanto spesso vengono igienizzate le postazioni lavorative, è sicuro mettere le mani su questo pc o è stato toccato da qualcun altro… insomma, sono tante le domande nella testa del lavoratore che tornerà in ufficio, generando una vera e propria sensazione di malessere, con ansia e stress.

Abbiamo notato che ciò che mette maggiormente a rischio il benessere mentale è la paura del contagio, tornare a gestire la propria famiglia, affrontare nuovamente ritmi serrati e non sentirsi sicuri.

I datori di lavoro comunque stanno rassicurando tutti i dipendenti che concederanno maggior flessibilità sugli orari e su un eventuale prolungamento dello smart working. Provvederanno inoltre a mettere in sicurezza tutti gli ambienti di lavoro, spiegando nel dettaglio ad ogni dipendente le misure adottate ed i comportamenti da tenere sul luogo di lavoro.

Come gestire l’ansia da rientro

Per passare dalla casa all’ufficio, occorre riabituarsi gradualmente. Ecco alcuni consigli per gestire al meglio il rientro:

  • programmare una nuova routine quotidiana senza fretta
  • organizzare il proprio lavoro con calma, evitando di affannarsi a fare troppe cose assieme
  • se ci rendiamo conto che ci manca l’aria, possiamo togliere la mascherina allontanandoci da tutti i colleghi, mantenendo la giusta distanza sociale, per riprendere una respirazione regolare
  • non pensare a cosa accadrà troppo in là nel tempo, piuttosto focalizziamoci sull’oggi e domani
  • mantenere le abitudini igieniche che abbiamo appreso durante la pandemia

La sicurezza sul luogo di lavoro

L’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro ha spiegato l’importanza di continuare a mantenere misure di sicurezza adeguate sul luogo di lavoro, anche nel “dopo Covid”.

Tra le altre cose, raccomanda ai datori di lavoro:

  • di rimandare il più possibile i rientri in ufficio, se non essenziali
  • di limitare l’interazione con i clienti e fra i dipendenti, tramite lo smart working e una separazione fisica tra i lavoratori (ad esempio tramite pareti divisorie o plexiglass)
  • organizzare al meglio gli orari di pausa al fine di evitare assembramenti
  • cercare di favorire turnistica o ricambio di personale (alternando smart working a lavoro in presenza)
  • fornire inoltre ai lavoratori supporto e assistenza psicologica, per gestire qualsiasi tipo di problema legato al benessere mentale.