Come scrivere una lettera di presentazione

Come scrivere una lettera di presentazione
Febbraio 01 23:49 2021 Stampa

Come scrivere una lettera di presentazione? È davvero così indispensabile? Serve solo per lavori in sede o anche per chi si propone per posizioni ad oggi in smartworking o da remoto? Queste sono solo alcune delle domande relative alla realizzazione di una buona lettera di accompagnamento al curriculum vitae che probabilmente anche tu ti sarai posto. In un mercato del lavoro sempre più competitivo, la lettera di presentazione può fare la differenza nel momento della selezione: ti permette infatti di aggiungere informazioni peculiari su di te, di esprimere la tua forte motivazione all’impiego, alla mansione e così via. Per confezionarne una ad hoc valgono le regole principali per la stesura del CV: ottima sintesi, chiarezza nei concetti e un corretto italiano scritto.

In caso di candidature online la lettera può essere allegata mediante gli appositi form dei siti specializzati, ma comunque non va trascurata.

Ecco tutti i segreti per scrivere una lettera di presentazione ideale senza stress.

Lettera di presentazione: cosa devi sapere per redigerla al meglio

Come visto la lettera di presentazione può aiutarti concretamente a farti conoscere ai futuri datori di lavoro e con questo strumento potrai anche sbaragliare la concorrenza a suon di frasi e parole ben assestate. Sì, la componente linguistica e motivazionale è fondamentale e spesso decisiva, ma ci sono altre informazioni che devi conoscere e ricercare prima di scrivere la lettera che accompagnerà il tuo CV. In sostanza dovrai confezionare un testo scorrevole, snello, facile da leggere, con concetti chiari, frasi corte e attive e il tutto deve essere personalizzato, evita copia-incolla o fac-simili trovati sul web. Ecco cosa dovrai considerare:

• il tipo di azienda o attività per la quale ti stai candidando;
• la posizione per cui ti candidi;
• concentrati sulle motivazioni, reali, che ti spingono a candidarti proprio per quella posizione;
• non essere troppo formale, fai trasparire te stesso;
• descrivi le tue qualità senza esagerare, sii onesto e trasparente e se non hai esperienza nel campo non barare, dillo apertamente;
• non ripetere ciò che è già scritto nel CV;
• inserisci ringraziamenti e saluti finali;
• se inviata via posta elettronica la lettera si scrive all’interno del corpo dell’ email, il CV invece va allegato.

Lettera di presentazione: lo schema da seguire

L’intestazione

Vanno inseriti i tuoi dati in alto a sinistra, quindi nome e cognome, indirizzo, indirizzo e-mail, numero telefonico, anche se questi dati sono comunque inseriti di norma nel CV ripetili qui. Sul lato destro invece, qualche riga più in basso vanno inseriti i dati dell’azienda o del posto di lavoro per il quale ti stai candidando. Non dimenticare di apporre prima la data, basta il mese e l’anno in corso, e la dicitura “Spettabile” prima del nome dell’azienda.

L’introduzione

Qui dovrai specificare per quale posizione ti stai candidando. Quindi per esempio potrai scrivere: ” Oggetto: candidatura per ruolo di giornalista freelance”. Oppure: “Oggetto: risposta/candidatura in merito all’inserzione sul portale online Jobbata”.

Puoi formulare questo incipit come preferisci.

Il corpo

Nel corpo spiega subito, senza giri di parole, perché sei interessato alla posizione aperta. Perché pensi di essere la persona giusta per quel ruolo, perché ti piacerebbe entrare nel loro staff? Rispondi sinceramente a queste domande, in modo discorsivo ma non dispersivo e presentati a cuore aperto con sincerità.

La conclusione

La conclusione non va trascurata e potrai semplicemente scrivere: “Ringraziandovi per l’attenzione resto a disposizione per un eventuale colloquio conoscitivo”. Infine apponi sempre la dicitura: “Distinti (o Cordiali) saluti” e il tuo nome e cognome. Se poi firmerai di pugno sopra ancora meglio, potrai poi scansionare il documento ed inviarlo, oppure utilizza una firma da apporre online.

Grafica della lettera di presentazione: quale scegliere e perché è importante


Se per la realizzazione del CV è possibile utilizzare modelli standard online per la lettera di presentazione la cosa è differente. Sì, perché non c’è assolutamente bisogno di impreziosirla con ghirigori, linee divisorie, spaziature particolari, basta un foglio bianco, un documento candido nel quale inserire semplicemente il testo. Al massimo puoi utilizzare il grassetto per evidenziare l’oggetto e la mansione di riferimento. Anche i caratteri grafici sono importanti e dovrai utilizzare quelli consoni come: Arial, Verdana, Times New Roman.

Gli errori da non fare nella lettera di presentazione


Siamo giunti al termine della nostra guida su come scrivere una lettera di presentazione efficace. Ci sono errori dai quali devi stare assolutamente alla larga se vuoi che la tua candidatura sia presa seriamente in considerazione. Fai attenzione a evitare di:

• sbagliare ad inserire/scrivere i tuoi dati o nomi e dati dell’azienda;
• sbagliare data, mese, anno e così via;
• omettere la mansione per la quale ti stai candidando;
• omettere se questa è la tua prima esperienza nel campo;
• omettere alcuni dati importanti come l’indirizzo e il numero di telefono;
• dare del Tu a chi leggerà la lettera ed il CV allegato;
• utilizzare un registro non consono e adatto solo alla lingua parlata come i modi di dire;
• utilizzare frasi formali e frasi fatte, impersonali, prese dal web da modelli standard.

Scrivere una lettera di presentazione non è complicato e potrai fare anche diverse prove, ma ricorda di rileggere sempre almeno un paio di volte il testo prima di inviarlo. Magari fallo leggere anche ai tuoi famigliari perché spesso qualche errore può sfuggire e poi non esitare, manda subito CV e lettera senza attendere troppo tempo.