Come scegliere l’Università: guida ai migliori Atenei d’Italia

Come scegliere l’Università: guida ai migliori Atenei d’Italia
Aprile 01 10:00 2021 Stampa

Dopo gli esami di Maturità, hai davanti a te due strade: entrare subito nel mondo del lavoro o proseguire gli studi e iscriverti all’Università.

Quale criterio devi seguire per scegliere correttamente l’Ateneo?

Come scegliere l’Università

Il primo passo, chiaramente, è decidere la facoltà che ti interessa.

Puoi fare due tipi di ragionamenti: pensare a quale professione vuoi svolgere e quindi cercare un corso di laurea che possa formarti adeguatamente, oppure il contrario. Pensare a cosa ti piacerebbe studiare, qual è un corso di studi che ti affascina e valutare se gli sbocchi lavorativi possono essere di tuo interesse.

Una volta scelto quindi il percorso di studi, non ti rimane che decidere l’Università.

Il Censis ha stilato la classifica delle migliori Università italiane nel 2020, tenendo conto dei seguenti criteri di valutazione:

  • strutture disponibili (come aule e laboratori)
  • servizi (come le mense)
  • livello di internazionalizzazione
  • capacità di comunicazione e digitalizzazione
  • occupabilità (ossia la percentuale di laureati ha trovato lavoro entro 1 anno)

Il Censis divide quindi le Università in 8 categorie:

  • Mega Atenei Statali
  • Grandi Atenei Statali
  • Medi Atenei Statali
  • Piccoli Atenei Statali
  • Politecnici
  • Grandi Atenei Privati
  • Medi Atenei Privati
  • Piccoli Atenei Privati

I Mega Atenei Statali

Sono quelli con oltre 40.000 iscritti: al primo posto c’è l’Alma Mater di Bologna, al secondo posto l’Università di Padova, al terzo l’Università di Firenze, al quarto La Sapienza di Roma.

I Grandi Atenei Statali

Hanno tra i 20.000 ed i 40.000 iscritti: al primo posto c’è l’Università di Perugia, al secondo l’Università di Pavia, al terzo l’Università di Parma ed al quarto l’Università della Calabria.

I Medi Atenei Statali

Sono quelli con un numero di iscritti tra i 10.000 ed i 20.000: al primo posto troviamo l’Università di Trento, al secondo l’Università di Sassari, al terzo l’Università di Siena ed al quarto l’Università di Trieste.

I Piccoli Atenei Statali

Hanno fino a 10.000 iscritti: al primo posto c’è l’Università di Camerino, al secondo quella di Reggio Calabria, al terzo troviamo l’Università di Foggia ed al quarto l’Università di Teramo.

I Politecnici

Il Politecnico di Milano è al primo posto della classifica, al secondo lo Iuav di Venezia, il Politecnico di Torino è al terzo e per finire troviamo il Politecnico di Bari al quarto.

I Grandi Atenei Privati

Hanno oltre 10.000 iscritti, al primo posto c’è la Bocconi, al secondo la Cattolica di Milano.

I Medi Atenei Privati

Hanno tra i 5.000 ed i 10.000 iscritti, al primo posto troviamo la LUISS, seguita dalla LUMSA (entrambe a Roma), al terzo posto lo IULM di Milano ed al quarto la Kore di Enna.

I Piccoli Atenei Privati

Hanno fino a 5.000 iscritti, al primo posto c’è la Libera Università di Bolzano, al secondo l’Università Europea di Roma, al terzo la LIUC – Cattaneo di Castellanza (VA) ed al quarto il Campus Biomedico di Roma.

Se vuoi leggere tutta la classifica completa e dettagliata, con i punteggi negli specifici criteri di valutazione, clicca qui