Corso di Laurea in Psicologia: facoltà, piano di studi e sbocchi lavorativi

Corso di Laurea in Psicologia: facoltà, piano di studi e sbocchi lavorativi
Marzo 31 06:00 2021 Stampa

La mente umana è da sempre stata oggetto di studio e la psicologia è senza ombra di dubbio una delle scienze più affascinanti.

Se vuoi intraprendere questo percorso di studi, questi consigli potrebbero tornarti utili.

Il Corso di Laurea

Il Corso di laurea in Scienze Psicologiche è un corso di studi a numero programmato locale, per entrare occorre superare un test d’ingresso. Ogni Ateneo sceglie in autonomia quando effettuare il test d’ingresso e quanti posti sono disponibili, troverai quindi ogni informazione sul sito di ogni singola Università.

Tantissime le Università in cui è possibile studiare Scienze Psicologiche, tra le più importanti:

Il test d’ingresso sarà un quiz a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • lingua italiana
  • scienze naturali
  • matematica
  • lingua inglese
  • cultura generale

Il Piano di Studi

Ovviamente il piano di studi e il curriculum specifico cambiano a seconda dell’Università scelta, ma in linea generale si possono distinguere 5 grandi aree:

  • psicologia clinica: la psicologia classica, quella dell’immaginario comune, atta a formare lo psicologo che riceve i suoi pazienti in studio e li fa sdraiare sul lettino, per intenderci.
  • psicologia sociale: analizza il comportamento non del singolo individuo, ma del gruppo. Vuole formare professionisti che studiano l’evoluzione della società, fonde la figura dello psicologo con quello dello psicologo.
  • psicologia dell’educazione: le persone che si laureano in psicologia dell’educazione andranno a lavorare con i più piccoli. Sono le persone che si occupano dei bambini, per comprenderne i comportamenti al meglio ed aiutare i genitori a gestirli.
  • psicologia della salute: questo indirizzo vuole formare professionisti che possano applicare il metodo psicologico nella sanità. Questa figura lavora nelle aziende ospedaliere, è di supporto ai pazienti con gravi patologie, e li aiuta ad affrontarle a livello emotivo.
  • psicologia del lavoro: questo indirizzo va a formare lo psicologo del lavoro. Una figura sempre più richiesta nelle aziende, lavora assieme alle Risorse Umane ed assiste i dipendenti durante fasi di transizione o cambiamento (cambio di sede, spostamento di reparto, smartworking) o un licenziamento.

Tra le materie di studio troviamo:

  • neurobiologia
  • genetica
  • pedagogia
  • sociologia
  • metodologia della ricerca psicologica
  • neuropsicologia
  • psicologia dello sviluppo
  • psicologia del lavoro
  • psicometria
  • psicologia clinica
  • psicologia sociale

Ad integrare il percorso di studi ci saranno attività di laboratorio e tirocini.

Sbocchi lavorativi

Il laureato in Psicologia, per esercitare la professione deve conseguire la laurea magistrale.

Poi deve svolgere un tirocinio obbligatorio, quindi superare l’esame di ammissione all’Albo ed ottenere l’abilitazione a svolgere la professione.

Tra le varie specializzazioni, come vedevamo prima, ci sono psicologi del lavoro, psicologi della scuola, psicologi sociali, psicologi della salute.

Molti laureati non devono necessariamente ricoprire un ruolo specifico come i sopracitati, possono decidere di lavorare nei dipartimenti HR delle aziende, oppure, grazie alla loro conoscenza della psiche umana, possono essere abili Marketing Strategist.

Test d’ingresso

Per prepararti al test d’ingresso, di seguito trovi alcuni link per dei testi utili:

SCIENZE PSICOLOGICHE: TEORIA E TEST
SCIENZE PSICOLOGICHE: 3000 QUIZ
PSICOLOGIA: KIT COMPLETO DI PREPARAZIONE