Come diventare Assistente di Produzione Televisiva

Come diventare Assistente di Produzione Televisiva
Marzo 22 12:00 2021 Stampa

L’ambiente televisivo affascina da sempre la maggior parte delle persone, quanti hanno sognato (o sognano) di lavorare in tv?
Sono tante le figure professionali legate a quest’ambiente, oggi andremo a vedere nello specifico il ruolo di Assistente di Produzione.

Chi è e cosa fa l’Assistente di Produzione Televisiva

L’Assistente di Produzione fa ciò che dice la parola stessa: assiste alla produzione.
In altre parole: aiuta, affianca il Direttore di Produzione, si occupa dell’organizzazione a 360° delle attività.

  • Pianifica le riunioni di staff, organizzandole e partecipandovi, compilando la minuta (ossia un “riassunto”)
  • Gestisce la richiesta dei permessi (legati al copyright) per la preparazione delle registrazioni
  • Organizza le trasferte per la troupe, prenota treni, alberghi, si occupa di tutto l’equipaggiamento necessario
  • Prepara il planning giornaliero dietro indicazione del direttore di produzione, da condividere con tutto lo staff
  • Coordina i diversi reparti (trucco, cameraman, fonici, addetti alle luci…)

Lavora a stretto contatto con tutto lo staff ed è una figura di riferimento per tutti.

I requisiti

Un buon Assistente di Produzione deve essere versatile, i requisiti richiesti sono di tipo amministrativo e relazionale.
Fondamentali, oltre chiaramente ad una conoscenza base del mondo televisivo, ci sono la lingua inglese e chiaramente l’informatica con l’utilizzo di internet.
Avere nozioni di base di contabilità è un altro vantaggio.

Da non sottovalutare anche l’aspetto delle relazioni umane, la capacità di gestire le relazioni interpersonali con partecipazione ed empatia.
Un bravo assistente di produzione deve saper gestire lo stress, perché si troverà a lavorare in un ambiente in cui i ritmi sono serrati e la tensione è molto alta.
Deve avere elevate capacità comunicative: i reparti coinvolti sono tanti, e devono essere ben coordinati fra loro affinché non vi siano intoppi ed inutili perdite di tempo (come per la maggior parte dei lavori, migliori sono i rapporti con tutto lo staff, più fluido risulterà tutto il processo!)
Ultimo, ma non meno importante: un bravo Assistente di Produzione deve essere dotato di problem solving.

Il percorso di studi

In genere per lavorare nel mondo televisivo è richiesta una laurea in Cinema, televisione e produzione multimediale, DAMS o in Scienze della Comunicazione, ma non sempre è una conditio sine qua non: molto spesso è accettata anche una qualsiasi disciplina umanistica.